CARPI – SPAL: le pagelle di Beppe

Voti alti per tutti, con Floccari che segna un gol da cineteca a guidare la classificaMERET 7. Brinda alla convocazione in nazionale con un’altra prestazione di grande qualità. Una prodezza per tempo: nel primo nega la rete a Mbakogu; mentre nella ripresa è reattivo nell’intercettare una conclusione in mischia che passa tra una miriade di gambe.

BONIFAZI. 7. Altra prova convincente: dalla sua parte non si passa. Sfiora anche il gol nella prima frazione, ma Belec è bravo a negargli la soddisfazione della terza rete personale. La sensazione è che per lui la convocazione alla nazionale maggiore sia solo di poco rimandata

VICARI 7. Puntuale, sicuro e sempre ottimamente posizionato. Perno ormai insostituibile di un reparto difensivo da incorniciare.

CREMONESI 7. C’è sempre. Da qualsiasi parte arrivi la minaccia, lui c’è. Gran salvataggio su Lasagna, che sembra in anticipo, ma al momento della conclusione deve fare i conti con l’ex Crotone. Difensore di assolta affidabilità.

LAZZARI 6,5. Meno arrembante rispetto alle abitudini, ma molto attento e presente in fase di contenimento Era riuscito anche con un miracolo a ribattere la prima conclusione in occasione della rete del Carpi, la sfortuna è, che poi il pallone e’ rimasto dalle parti di Lasagna.

DEL GROSSO 6. Buon ritorno sulla fascia, che sarebbe anche potuto essere anche migliore se non avesse sprecato la nitida occasione da gol, che gli è capitata sul sinistro: bravo a farsi trovare sul traversone, male il piattone che non c’entra lo specchio della porta.

CASTAGNETTI 6,5. Ben tornato! Ecco il regista che ci ricordavamo. Dopo un paio di prestazioni deludenti, risponde con una buonissima partita, bravo sia nei recuperi, che soprattutto nella gestione della manovra biancazzurra. Da applausi il lancio calibrato che libera Antenucci a due passi dalla porta avversaria.

ARINI 7. Quando viene chiamato in causa, non delude mai. Oltre al solito importantissimo contributo in copertura, è efficace anche in avanti; sua la conclusione che termina sul palo da cui nasce la rete che rende in discesa la partita, e suo anche il sinistro dopo una manciata di minuti che lambisce la traversa di Belec.

SCHIAVON 6,5. Altro ottimo ritorno. Continuo e determinato per tutti i 90′, si fa valere soprattuto in interdizione, dimostrando di meritare anche lui una maglia da titolare. Ha il merito di costringere Lollo al rigore arrivando primo su un pallone vagante in area, e gestendolo con abilità costringendo al fallo l’avversario.

ANTENUCCI 6,5. Dodicesima rete, giunta con una perfetta trasformazione dal dischetto. Duetta con Floccari, come nell’occasione del preciso assist per la gran conclusione vincente del terzo gol. Da applausi lo stop con immediato tiro neutralizzato da Belec nel primo tempo. Clamorosa l’occasione sprecata assieme al compagno di reparto in completa solitudine nella ripresa.

FLOCCARI 8. Acquisto più indovinato non poteva esserci. Sette gol da gennaio sono un bottino straordinario; sblocca la gara facendosi trovare pronto alla deviazione vincente dopo la respinta del palo. Replica con un “eurogol”, che lo consacra autentico valore aggiunto di questa splendida Spal. Ma Floccari non è solo un grandissimo finalizzatore, sa anche essere catalizzatore della manovra offensiva, servendo pregevoli assist ai compagni come quelli per Del Grosso nel primo tempo e per Ghiglione nella ripresa.

GHIGLIONE 6,5. Ha il merito di non far rimpiangere Lazzari, che non è cosa da poco. Si applica in fase difensiva, facendosi trovare sempre pronto nelle ripartenze. Vicinissimo al gol nel finale, ma la sua conclusione a botta sicura, viene respinta da un difensore a portiere battuto.

ZIGONI 6,5. Poco più di un quarto d’ora per lui, ma è già sufficiente per timbrare la sua ottava rete. Bravo a lanciarsi a rete, prima che scatti la trappola del fuorigioco, e freddo come consuetudine nel trafiggere il portiere avversario, mettendo in cassaforte tre punti d’oro.

FINOTTO s.v. Entra nei minuti di recupero, e trova anche il tempo per depositare un pallone in rete, che l’arbitro però annulla per aver visto la sfera superare anticipatamente la linea di fondo campo.

Inviato da iPad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *