Cartelli informativi sui lupi nel Parco del Delta del Po

E’ ormai noto come da quasi un anno una piccola comunità di lupi sia tornata a popolare stabilmente le Valli di Argenta nel Parco del Delta del Po, facendo rientrare l’area anche nel “Piano di monitoraggio nazionale per la presenza del lupo (Canis lupus)”.

E proprio per tutelare questo ritorno ed informare cittadini e turisti sul corretto comportamento da adottare in caso di incontro fortuito durante escursioni e passeggiate, martedì 2 Febbraio presso le Valli di Argenta, sono stati installati i cartelli informativi con alcune buone norme comportamentali da tenere in presenza del lupo. Tale azione, che ha visto la collaborazione di diversi enti tra cui Parco Delta del Po, Comune di Argenta, Regione Emilia-Romagna, Carabinieri Forestali, SOELIA e Consorzio Bonifica Renana è stata promossa per favorire una convivenza pacifica e consapevole tra uomo e lupo. Un obiettivo fondamentale in un area che dal 2015 rientra nel programma UNESCO “Man and Biosphere (MaB), che promuove una rapporto equilibrato tra uomo e ambiente attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello Sviluppo Sostenibile.

Sempre con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico, a partire da martedì 16 febbraio, è stato organizzato anche un ciclo di 3 incontri (webinar) nominato “I martedì del lupo – Il lupo in pianura e nella Macroarea del Delta del Po”. Durante il ciclo di webinar, che prevedono l’intervento di esperti nel settore, verranno divulgate informazioni scientificamente corrette sulla specie e forniranno le giuste indicazioni nel rapporto uomo-lupo. Ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione a questi incontri online saranno divulgate nei prossimi giorni tramite stampa e canali social del Parco del Delta del Po e degli enti coinvolti.

(Comunicato stampa)

One thought on “Cartelli informativi sui lupi nel Parco del Delta del Po

  • 09/02/2021 in 8:36
    Permalink

    Un consiglio fate in modo che si possano leggere i consigli, anche ingrandendoli non si leggono.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *