Casa della Salute di Copparo: partita la fase pilota della Telecardiologia aziendale

Il nuovo progetto di telecardiologia dell’Azienda USL di Ferrara, presentato venerdì 12 novembre a Cento, ha avviato la fase pilota di tre mesi presso la Casa della Salute di Copparo con il nuovo ambulatorio per la telerefertazione dell’elettrocardiogramma in tempo reale, per valutare eventuali criticità nel percorso e attivare azioni correttive.

Superata la fase pilota, il servizio di telerefertazione ECG, coordinata dall’apposito ambulatorio della Unità operativa di Cardiologia di Cento diretta dal professor Biagio Sassone, sarà ampliato al resto del territorio.

Grande la soddisfazione del sindaco di Copparo, Fabrizio Pagnoni “orgoglioso che la fase pilota della telerefertazione cardiologica si svolga proprio alla Casa della Salute Terre e Fiumi di Copparo, di cui vengono riconosciute e valorizzate l’importanza e la centralità nell’ambito dei servizi territoriali per un bacino distrettuale molto ampio”.

Soddisfazione del primo cittadino amplificata dal fatto che “si percorre la strada del progresso digitale per avvicinare ancor più la sanità ai cittadini, soprattutto in considerazione di quanto la pandemia abbia inciso sull’accesso alle strutture, anche a fronte della loro rimodulazione per affrontare il Covid-19. La telemedicina, applicata con una speciale attenzione per le fasce sensibili e per quelle non digitali, può favorire la medicina di prossimità e l’attivazione di efficaci percorsi di cura e prevenzione”.

La telemedicina avrà in futuro un ruolo sempre più importante nel panorama sanitario e la telemedicina mostra tutta la sua potenzialità espansiva ed utilità proprio quando è applicata alla medicina del territorio. Le attività di prevenzione, diagnosi, monitoraggio continuo o periodico devono infatti essere effettuate sul territorio in diretta vicinanza con le aree di residenza.

COME FUNZIONA

L’elettrocardiogramma – eseguito in strutture geograficamente distanti sul territorio ferrarese – è trasmesso da terminali interni in rete sicura dedicata alla telemedicina- all’ambulatorio principale del “SS.ma Annunziata” di Cento, dove uno specialista referterà in tempo reale l’ECG.

Lo specialista cardiologo interagisce in tempo reale con il paziente e con l’infermiere che esegue l’esame, utilizzando un supporto video monitor PC e realizzando, quindi, un vero e proprio teleconsulto nel caso in cui dovesse riscontrare delle anomalie sul tracciato ECG.

COME CHIEDERLA

Il servizio è accessibile tramite i tradizionali sistemi di prenotazione via CUP o presso i Punti di Accoglienza (PdA) con la richiesta del Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta che devono espressamente riportare sulla ricetta la dicitura “Telecardiologia”.

Inoltre, saranno riservati alcuni posti per i pazienti cronici più fragili inseriti nei piani diagnostico terapeutici provinciali, come, scompenso cardiaco e diabete.

La refertazione in remoto dell’ECG prevede, naturalmente, l’anticipata accettazione del paziente delle normative vigenti in materia di privacy e sicurezza.

(Comunicato stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *