Compravendite case: trend in crescita, ad eccezione di Bologna

case-mercato-immobiliareAumentano le compravendite di abitazioni in Italia. Lo dicono Agenzia delle Entrate ed Abi. In controtendenza tuttavia Bologna, dove il dato registra un -3,3%.

Crescono le compravendite delle case nelle principali città d’Italia, ad eccezione di Bologna. Il dato emerge da un’analisi dell’Agenzia delle Entrate e dell’Abi, dove si sottolinea che nel 2017 il dato, rispetto all’anno precedente, ha registrato una media nazionale del +4,9%.

La maggiore impennata arriva da Milano con un +8,1%, seguita da Palermo (+7,9%), Firenze (+7,8%) e Napoli (+7,4%). Più ridotto l’incremento a Roma con un +3%, mentre il capoluogo emiliano registra in controtendenza un -3,3%.

Toccano un massimo storico le famiglie giovani che possono permettersi l’acquisto di una casa alla fine del 2017. L’Agenzia delle Entrate e l’Abi stimano che il 52% delle famiglie con capofamiglia sotto i 40 anni, non proprietarie di abitazioni, possono accedere all’acquisto, il livello più alto dal 2004 ad oggi. Sono oltre il doppio rispetto alla prima metà del 2012, all’apice della crisi, quando solo il 18% delle famiglie giovani poteva permettersi una casa.

I mutui ipotecari erogati hanno toccato quota 32,7 miliardi di euro nel 2017, circa 3 miliardi in più rispetto al 2016 (+9,1%) e in media, per l’acquisto di un’abitazione sono stati finanziati 126mila euro, una somma che rappresenta circa il 71% della spesa di acquisto. Nel Nord e nel Centro più della metà degli acquisti avviene con l’ausilio del mutuo, mentre al Sud e nelle Isole si ricorre al finanziamento ipotecario solo in 4 casi su 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *