Caso Aimeri, il confronto riprende

aimeriIl futuro dei dipendenti di Aimeri Ambiente, società del Gruppo Biancamano che opera nel settore dell’igiene ambientale, sarà definito intorno al 21 di luglio, quando verrà assegnato il nuovo appalto per i servizi differenziazione dei rifiuti da effettuare per conto di Akron, società controllata del Gruppo Hera.

I posti di lavoro in ballo qui sono 14 a tempo indeterminato, più un certo numero a tempo determinato: attualmente, il servizio viene gestito in regime di proroga da Aimeri; la precedente gara d’appalto è stata annullata sulla base di un accordo tra comune, provincia, Hera e organizzazioni sindacali, perché la società romagnola che l’aveva vinta, la Logistics service, non garantiva la rioccupazione di gran parte di quei lavoratori. Fu il capitolo conclusivo di una vertenza importante che ha raggiunto la massima tensione durante il mese di maggio

Cristiano Zagatti, della funzione pubblica CGIL, ha incontrato i responsabili della Aimeri: “Non è chiaro se la società, che per ora opera in regime di proroga, parteciperà al bando di gara per ottenere la rassegnazione dei servizi di differenziazione rifiuti. L’incontro con i vertici Aimeri, in ogni caso, era finalizzato ad affrontare alcuni problemi interni di organizzazione del lavoro. si è trattato di un incontro interlocutorio”.

Il novo bando di gara che andrà a conclusione a metà luglio, in ogni caso, contiene notevoli garanzie per i lavoratori: i 14 posti a tempo indeterminato dovranno essere garantiti, ed oltre ad essi anche quattro posti a tempo determinato.

 %CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *