Caso Arquà in Consiglio comunale, la surroga passa: è scontro. La versione di Lodi – VIDEO

Il Consiglio comunale di Ferrara di oggi pomeriggio è stato monopolizzato dalle dimissioni della consigliera della Lega, Rossella Arquà, protagonista del caso più dibattuto delle ultime settimane in città, ovvero quello delle lettere minatorie.

Due ore di discussione con toni molto accesi. Il bilancio, il voto favorevole della maggioranza alla surroga della consigliera.

Tutte le opposizioni, a parte il Movimento 5 Stelle, sono uscite virtualmente dal consesso.

Il pentastellato Tommaso Mantovani è rimasto e ha votato no mentre le altre minoranze hanno ritenuto illegittimo il procedimento di surroga e per protesta hanno abbandonato il Consiglio, sentiremo fra poco le motivazioni.

Il voto favorevole invece alla surroga, poi avvenuta con l’ingresso in Consiglio di Stefano Franchini, è stato espresso da tutta la maggioranza compatta.

Ricostruiremo nei prossimi giorni il Consiglio di questo pomeriggio ma ora sentiamo la versione di Nicola Lodi, vicesindaco di Ferrara, che si ritiene vittima di questa situazione creata da colei definita “carnefice”, Arquà appunto.

Ma sentiamo Lodi intervenuto così in apertura di Consiglio comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *