Caso Bibbiano: Ferrara scende in piazza

Ferrara è scesa in piazza per tenere alta l’attenzione sulle vicende che hanno coinvolto Bibbiano, ma non solo, relativamente agli affidi dei minori. L’iniziativa è stata promossa da un comitato di cittadini, a cui hanno aderito esponenti del Movimento 5 Stelle e del centro-destra.

L’appuntamento ha preso il via venerdì sera da Piazza Travaglio poco dopo le 20.00, per attraversare le vie del centro storico. Circa 130 gli aderenti al corteo, tra cui Giuliano Morselli, l’avvocato Patrizia Micai ed il dott Mauro Imparato.

Giunti in Piazza Municipale, sono intervenuti cittadini coinvolti in situazioni analoghe e che hanno denunciato la sottrazione di figli, ognuno con storie e vicende proprie.

L’organizzatore Valerio Aldighieri, che aveva già aderito ad una iniziativa analoga a Modena, ha voluto portare il corteo anche a Ferrara, sottolineando che la manifestazione non è nata con l’intento di essere un processo di piazza, ma per esprimere vicinanza e sostegno a tutte le famiglie a cui è stato sottratto, per diversi motivi, un minore.

A supporto del corteo, l’Associazione Ader nella persona di Alessandra Atti e Renovatio21, rappresentata da Cristiano Lugli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *