Caso Jolanda: Bonaccini indagato

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini è stato iscritto nel registro degli indagati per abuso d’ufficio.

La notizia, resa nota da “Il Resto del Carlino”, è legata alla scelta dell’ex-sindaco di Jolanda di Savoia (oggi vice-sindaco di Paolo Pezzolato) Elisa Trombin, che l’anno scorso si era candidata alle elezioni regionali con il centrodestra di Lucia Borgonzoni, rifiutando l’offerta di entrare nella squadra di Bonaccini.

In una conversazione telefonica con l’attuale sindaco Pezzolato, il presidente della Regione aveva espresso il suo disappunto per la scelta della Trombin dicendo “Se per caso vinco io, come è probabile, dopo non mi cercate più”.

Pezzolato aveva interpretato come pressione impropria quelle parole. Nei mesi successivi, poi, il sindaco di Jolanda “si è visto revocare o negare da alcuni municipi vicini l’utilizzo ‘condiviso’ di alcuni dipendenti comunali, necessari in quel momento per far fronte ad alcune difficoltà nella gestione di certi servizi per il proprio paese”.

Da qui il sospetto: secondo Pezzolato ci sarebbe la mano di Bonaccini, il quale – a sua volta – respinge al mittente le accuse, replicando così:

“Sono tranquillo, esattamente come le ero un anno fa. Non solo perché ho fiducia nell’azione della magistratura, ma anche perché sono totalmente estraneo ai fatti riportati. Peraltro, della trasparenza e dell’onestà ho fatto le bandiere del mio impegno politico amministrativo, come sa bene chi mi conosce. Tengo sempre nettamente distinti il piano politico da quello istituzionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *