Caterina Ferri su Serenissima: “Non ha richiesto mobilità per lavoratori Cona”

caterina-ferri

 

“Serenissima non ha richiesto l’apertura della procedura di mobilità per i lavoratori di Cona”.

A dirlo è il Comune di Ferrara, per voce dell’assessore al lavoro Caterina Ferri che proprio questa mattina ha incontrato il vertici dell’azienda che gestisce le mense ospedaliere. “Serenissima mi ha assicurato che la procedura di mobilità aperta dall’azienda non riguarda le attività gestite a Ferrara: la città non è nemmeno inserita tra i siti per cui è stata chiesta la cassa integrazione in deroga al Ministero”, spiega la Ferri

Il verbale del 19 settembre sottoscritto dalle parti prevede, spiega l’assessore, che l’azienda apra una procedura di mobilità volontaria ma non cita in alcun modo Ferrara. Serenissima, dopo l’intervento di Comune, Azienda Ospedaliera S.Anna e Organizzazioni sindacali, aveva ritirato la richiesta di cassa per i lavoratori di Cona. “Entro il mese di ottobre chiederemo comunque a Serenissima, Organizzazioni sindacali e a Prog.Este (titolare dell’appalto per i servizi no-core di Cona, da cui discende il contratto sulle mense) di partecipare ad un incontro istituzionale per fare il punto sulla situazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.