Cembrit: cig in vista

Mancano ancora 5 giorni all’incontro che dovrebbe essere decisivo per i lavoratori della Cembrit di Poggio Renatico. Mercoledì 7 marzo alle 9.30 nella sede di Unindustria a Ferrara, rappresentanti sindacali, vertici dell’azienda e membri dell’unione industriali si siederanno attorno a un tavolo per trovare un accordo sul futuro dei 60 dipendenti che ormai si ritrovano solo a sperare nella cassa integrazione straordinaria.

L’attività dell’azienda cesserà e della ditta rimarrà solo un ufficio commerciale che dovrebbe mantenere l’impiego per al massimo una decina di dipendenti.

Per gli altri la strada al momento è quella della cassa integrazione, a rotazione fino al 20 marzo poi il rientro in fabbrica per due settimane, e infine di nuovo lo sguardo verso altri ammortizzatori sociali. L’obiettivo, e su come muoversi si deciderà proprio mercoledì, è quello di chiedere la cassa integrazione straordinaria per due anni, vista la cessata attività dell’azienda. Ma non sarà affatto semplice visto che a decidere sull’attivazione o meno dell’ammortizzatore, è il Ministero del Lavoro, e soprattutto visto che sono numerose le notizie relative a probabili tagli del Governo proprio alla cassa integrazione straordinaria.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120302_06.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *