Ponte chiuso a Cento, sindaco: “Decisione slegata da tragedia di Genova” – VIDEO

Apriamo il nostro telegiornale con una notizia che ha preso un po’ tutti di sorpresa e che stravolgerà la viabilità di Cento.

Stiamo parlando della decisione presa dal sindaco Fabrizio Toselli di chiudere alla circolazione, per almeno 40 giorni, il ponte Nuovo che collega la città del Guercino a Pieve di Cento e al bolognese. La causa? La struttura non verserebbe in un buon stato di conservazione.

Il ponte Nuovo in via Bologna a Cento risale allo stesso anno del ponte Morandi di Genova, il cui crollo del viadotto dell’autostrada A10 sul fiume Polcevera provocò più di 40 morti nella tragedia della vigilia dello scorso Ferragosto. Stesso anno, il 1967: ma per il sindaco di Cento, Fabrizio Toselli si tratta solo di una coincidenza.

toselli ponte cento nuovoIl ponte centese, comunque, verserebbe in un cattivo stato di condizione e venerdì pomeriggio il primo cittadino ha deciso di chiudere la strada al traffico per qualsiasi mezzo. L’infrastruttura, però, sostiene Toselli, era già sotto osservazione da parte dei tecnici da quasi un anno.

Le prime verifiche partirono nell’ottobre del 2017: con il nuovo anno vennero fatte verifiche più stringenti e venerdì, d’intesa con la Città Metropolitana di Bologna e in accordo con il sindaco di Pieve di Cento, è stata disposta un’ordinanza urgente alla luce dei risultati ottenuti dalle indagini sulla struttura. Secondo il primo cittadino, già nel 2012, dopo i controlli post terremoto, venne segnalato il cattivo stato di condizione della struttura del ponte, che risultò comunque agibile.

Ora bisognerà attendere almeno 40 giorni per tornare a circolare su questo ponte: intanto il traffico sarà deviato su altre strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *