Cento, Femca Cisl: “Preoccupazione per i lavoratori di Manifatture Bonzagni”

Torna di nuovo la crisi nell’azienda “Manifatture Bonzagni” di Corporeno.

A causa di un contenzioso infatti anche i libri della nuova “Manifatture Bonzagni” nata dopo il gennaio 2015 e dalle ceneri della vecchia società, e attualmente gestita da un curatore fallimentare, è finita con i libri in tribunale e per questo stamattina i lavoratori, 30 dipendenti, con i sindacati hanno organizzato dapprima l’assemblea straordinaria tenuta dal segretario di Femca Cisl, Vittorio Battaglia, e poi i lavoratori partecipato a un presidio davanti all’azienda.

Il contenzioso fra vecchia e nuova proprietà infatti ha creato un debito per la nuova gestione di circa 700mila euro, fra cui l’affitto del capannone, che questa mattina ha comportato l’arrivo degli ufficiali giudiziari in azienda per il sequestro di macchinari che tuttavia sono necessari per portare avanti la produzione dell’azienda.

“Dopo una crisi con la vecchia gestione – afferma il rappresentante di Femca Cisl – la produzione in azienda è ripresa e gli stipendi vengono pagati ma ora questo provvedimento rischia di nuovo di creare crisi e dunque preoccupazione per i lavoratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *