Cento, riqualificazione commerciale

“I progetti di riqualificazione commerciale per il centro sotrico di Cento approvati sono la prova della sinergia efficace e corretta con le istituzioni”. Così i commento s di Ascom Confcommercio di Cento e del Consorzio Cento in Centro. “Sono il segnale della vitalità e dell’energia dei commercianti, che pure in un momento complesso per l’economia, dimostrano nei fatti la volontà concreta ed innovativa di proporre al meglio e rinnovare le loro attività allo scopo di rafforzare sempre più la proposta commerciale innalzando sempre più il valore del centro storico, centro commerciale naturale che per qualità e varietà si pone al top sul nostro territorio”. “Come Ascom Confcommercio – aggiunge la nota stampa – con il nostro braccio operativo rappresentato dal Consorzio Cento in Centro, ci muoviamo concretamente nella direzione di portare il massimo risultato possibile per permettere agli associati di ottenere vantaggi nei fatti quotidiani che servono alle imprese: la riprova gli oltre 200mila euro (contributi a fondo perduto) ottenuti nei progetti di riqualificazione 2011”. “In questo senso – aggiunge la nota -vogliamo ringraziare l’azione dell’Amministrazione Comunale ed in particolare all’Assessore alle Attività produttive Pier Paolo Busi per il supporto prezioso che l’ente pubblico ci ha fornito. Un impegno quotidiano che l’Associazione esercita e che avrà un ulteriore momento di attenzione il prossimo 27 marzo quando nella sede del Consiglio Comunale verranno consegnati i contributi a fondo perduto derivanti dalla legge 41 per circa 100mila euro e relativi all’anno 2007. Sono tutti segnali importanti di quanto l’Associazione stia facendo e non da oggi ma da anni per dare un nuovo impulso ed una nuova immagine al commercio al dettaglio. Un’attività di stimolo e di relazione importante che ha avuto il suo coronamento poche settimane fa nella significativa concessione da parte della Cassa di Risparmio di Cento di fondi per 3 milioni di €uro per sostenere le imprese Ascom: un gesto di grande attenzione e sensibilità nei confronti del mondo produttivo e dei nostri associati” concludono da Ascom Confcommercio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *