Cento, salta il Carnevale 2014. Manca la sicurezza. Si spera di ripartire nell’estate

carnevale

Malcontento in città fra alcuni albergatori e ristoratori. Alcuni carristi, una parte del calcio centese e società civile, oltre che ex amministratori locali sono scesi in piazza per protestare contro l’amministrazione Lodi.

Ha ancora un futuro incerto il Carnevale di Cento. E – per contrapposto – l’unica certezza che oggi c’è sulla manifestazione è che l’edizione invernale del 2014 non si farà.

I tempi per organizzare il Carnevale entro febbraio, periodo storica per sfilare lungo le vie della città del Guercino, non ci sono più e quindi la manifestazione per il 2014 non si farà.

Una notizia che ha creato diverso malcontento all’interno della città, soprattutto in alcune forze economiche che gravitavano attorno alla manifestazione, in particolare alcuni alberghi e alcuni ristoranti della città, già provati dalla crisi prima e dal terremoto poi.

Un malcontento che è stato anche una delle ragioni che hanno spinto alcuni centesi – come vedete da queste immagini postate su facebook da alcuni dei partecipanti – fra i quali l’ex sindaco Paolo Fava e anche l’ex presidente dell’istituzione teatro Anna Poppi, oltre a quelli della Centese calcio e ai bambini con i genitori delle due frazioni in cui mancano le scuole, Dodici Morelli e Alberone – a scendere in piazza sabato scorso per dire al sindaco Lodi che così come stanno le cose – nonostante il terremoto di mezzo – la gestione della cosa pubblica non va affatto bene.

Lungo corso Guercino infatti fra i manifestanti c’erano anche dei carristi, nonostante le società carnevalesche abbiano ufficialmente ribadito che loro con quella manifestazione non c’entrano affatto.

Le ragioni che quest’anno non porteranno il Carnevale a Cento tuttavia sembrano essere diverse. Ci sono quelle di carattere economico, mettere in piedi una manifestazione del genere richiede molte risorse economiche che con l’aria che tira non sono più facili da trovare, ma soprattutto sembra che la il vero ostacolo sia il problema della sicurezza.

Sicurezza che mancherebbe – secondo quanto richiesto dalla legge, ma soprattutto dalle nuove norme introdotte con il sisma – nei capannoni dove vengono realizzati i carri. La sicurezza tuttavia mancherebbe anche nelle modalità con cui gli stessi carri vengono costruiti e quindi serve tempo e anche nuovo denaro affinché il Carnevale Cento d’Europa torni a sfilare più brillante e rinnovato di prima.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/no-carnevale-video.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/16012014-no-carnevale-cento.mp4[/flv]

3 pensieri riguardo “Cento, salta il Carnevale 2014. Manca la sicurezza. Si spera di ripartire nell’estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *