‘Centopercentoanimalisti’ chiede ancora la liberazione dei macachi

‘Centopercentoanimalisti’ è tornata a “colpire”, questo pomeriggio, e questa volta lo ha fatto con uno striscione affisso ai piedi del monumento nei giardini “Ex Standa” in viale Cavour.

Dopo il blitz notturno al Mammut di Unife della settimana scorsa, nella notte tra il 14 e il 15 marzo, gli animalisti tornano a chiedere la liberazione dei macachi.
“Segregati 24 ore su 24, in gabbie di 1 metro per 3 che creano loro una sofferenza atroce”, sostengono gli animalisti: “I macachi vanno liberati e trasferiti in ‘strutture di recupero’”. Gli attivisti di ‘Centopercentoanimalisti’, questo pomeriggio, avrebbero affisso cartelli anche in altre strutture universitarie. Qualche momento di tensione si sarebbe registrato tra gli attivisti e i vigili della Polizia Municipale di Ferrara.

 

La replica dei responsabili dell’Università, tra i quali il rettore Zauli, dopo il blitz di una settimana fa: queste non sono le prime azioni dell’associazione, e in ogni occasione l’ateneo ha risposto prontamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *