118: centrale da martedì da Ferrara a Bologna – VIDEO

118-1

Dodici infermieri a Bologna nella nuova sede operativa del 118 e gli altri 29 distribuiti tra Ferrara e Copparo e nella centrale che resterà in funzione in Corso Giovecca per gestire i trasporti ordinari.

Queste le novità, per la provincia estense, che si registreranno tra poche ore dovute alla riorganizzazione della centrale operativa del 118 che prevede l’unificazione dei servizi nelle città di Bologna, Ferrara e, ad aprile, Modena.

“Per i cittadini non cambierà nulla” -spiegano i responsabili e gli stessi operatori del 118- ambulanze ed auto mediche partiranno comunque dalle attuali sedi e postazioni”. Lo switch-off inizierà alle 8.30 di martedì 28 gennaio. In Corso Giovecca, al mattino, ci sarà un turno completo a supporto del turno che inizierà nella nuova sede della centrale operativa del 118 di Bologna, che si trova dietro l’ospedale Maggiore, nei pressi dell’elisoccorso.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/118 ps.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/27012014_118.mp4[/flv]

Sono diverse le figure che lavorano all’interno della centrale operativa del 118: oltre agli autisti dei mezzi ci sono gli infermieri che rispondono alle chiamate e che gestiscono i mezzi. La chiamata relativa ad un emergenza la riceve l’infermiere call taker che, a seconda della gravità, attribuisce il codice colore; poi, il call taker passa il servizio all’operatore-infermiere dispatcher che deve invece individuare il mezzo di soccorso più idoneo per effettuare l’intervento, fornendo tutte le informazioni utili all’equipaggio per un corretto approccio alla scena dell’evento.

Nella nuova centrale operativa, a ricoprire il ruolo di dispacher, ovvero di gestore dei mezzi, per le chiamate che giungono da Ferrara ci sarà sempre un operatore ferrarese, dicono al 118 di Ferrara, per quelle che giungono da Bologna operatori bolognesi. Questo a garanzia della conoscenza dei vari territorio

Nel nuova sede della centrale operativa di Bologna, già nelle prime ore di martedì mattina, ci sarà anche Luca Guizzardi, “un po’ di tristezza c’è perché questa sede, aperta 25 anni fa, l’ho vista nascere e svilupparsi per competenza e professionalità. Ma si va avanti e le scelte fatte a livello regionale ci hanno portato verso un impianto tecnologico più evoluto e rassicurante”. Il decano degli operatori del 118 di Ferrara ha scelto di andare a Bologna in maniera volontaria, come anche tutti gli altri 11 suoi colleghi. Tra questi anche Cristiano Arlotti, in centrale al 118 di Corso Giovecca da 8 anni “ dispiace abbandonare Corso Giovecca ma la nuova sede di Bologna ha una importante tecnologia innovativa ed avanzata che darà più qualità ai servizi”.

“Una tecnologia strepitosa, l’ha definisce Laura Sambri, anche lei in Corso Giovecca da 8 anni che è dispiaciuta di lasciare i colleghi professionisti di Ferrara e ha scelto di andare a Bologna per un momento di crescita personale. Per il cittadino comunque non cambia niente: ambulanze e auto mediche partiranno da dove sono sempre partite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *