Cgil e Uil unite contro la “spending review”

La “spending review” a Ferrara significherebbe quasi 500 posti letto in meno negli ospedali, perdita di posti di lavoro nella sanità, nella scuola, in Provincia e nei Comuni. Lanciano l’allarme i sindacati Cgil e Uil, che hanno presentato alla stampa le loro paure sugli effetti della manovra del Governo di Mario Monti.

“Stanno scippando il lavoro ai dipendenti pubblici” dice Sabrina Cerini della Uil. E Giuliano Guietti, segretario provinciale di CGIL aggiunge: “I tagli di Monti al settore pubblico  non incidono sui veri sprechi del Paese”.

Con la “spending review” Cgil prevede una riduzione di quasi 500 posti in letto negli ospedali. Inoltre, per Cristiano Zagatti, responsabile sanità della CGIL,  i 100 contratti a tempo determinato in scadenza nella sanità non saranno rinnovati.

Stesso discorso per la Provincia di Ferrara: il processo di riordino delle province avviato dalla spending review metterebbe a rischio circa 350 lavoratori che saranno spostati in altri enti oppure andranno in mobilità.

Per questo Cgil e Uil venerdì prossimo scenderanno in piazza a Roma alle 9 per uno sciopero generale.

Con i lavoratori del settore pubblico, venerdì sciopereranno anche i dipendenti dell’Università anch’essa colpita da ulteriori tagli. Il pullman per Roma partirà dall’ex Mof di Ferrara alle 2 di giovedì notte.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=6fb45c1d-c0eb-45a4-8693-d51cf726bf15&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *