“Chenditrì, ovvero l’albero delle caramelle”: nuovo spettacolo del Teatro Nucleo online e su Lepida tv

Le ‘Magnifiche Utopie’, stagione teatrale ideata da Teatro Nucleo per nutrire i sogni e le visioni, per sostituire “l’aver cura” alla “chiusura””, proseguirà sabato 19 dicembre 2020 alle 18 con lo spettacolo “Chenditrì, ovvero l’albero delle caramelle” in una versione video-teatrale trasmessa dalla pagina Facebook di Emilia Romagna Creativa, il portale della Regione Emilia-Romagna sugli eventi e i temi della vita culturale regionale, e su Lepida TV grazie alla collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna.

Gli spettatori potranno inviare commenti, domande, impressioni durante e dopo la visione che sabato 19 dicembre alle ore 18 alimenteranno un dialogo di approfondimento su ambiente, biodiversità e arte trasmesso dalla pagina Facebook di Teatro Nucleo alla presenza di Natasha Czertok, regista di Chenditrì, e di Fabio Fioravanti, docente dell’Università di Bologna e di Parma del Master in Agricoltura biologica, autore di numerose pubblicazioni sull’agricoltura biodinamica.

Ispirato al dramma ‘L’eccezione e la regola’ di Bertold Brecht e al video-documentario ‘Land Rush’ di Hugo Berkeley e Oswald Lewat, “Chenditrì” condurrà il pubblico nel regno di Balalla, dove con il perfido mercante Langmann e la resiliente contadina Idrissa gli spettatori faranno esperienza dello sfruttamento intensivo della terra.

Sottratte alle popolazioni locali e alle colture autoctone, sterminate porzioni di terreno coltivabile vengono infatti sfruttate dalle multinazionali del settore alimentare ed energetico, impoverendo la biodiversità e disgregando le comunità. Accade in Africa, in America Latina, nel Sud-est asiatico, ma succede anche molto vicino a noi, nella Pianura padana, ad esempio, dove ogni giorno viene perduto terreno agricolo equivalente a sette volte Piazza Duomo a Milano sia a causa della cementificazione che per la produzione di bio-carburanti, ultima speculazione del mercato energetico e dei trasporti.

Con la drammaturgia di Greta Marzano e la regia di Natasha Czertok e Martina Pagliucoli, “Chenditrì” nel 2019 è stato insignito del Premio Paola Scialis. Sabato 19 dicembre alle ore 18, per un pubblico di bambini e ragazzi ma non solo, “Chenditrì”, che in questa versione viene affidato all’interpretazione di due giovani attori, Riccardo Sergio e Francesca Tisano, porterà avanti la stagione teatrale ‘Le Magnifiche Utopie’, pensata per essere realizzata in presenza al Teatro Julio Cortàzar (via della Ricostruzione 40, Pontelagoscuro – Ferrara) in dodici appuntamenti fino a maggio 2021.

Fino a quando non sarà nuovamente possibile aprire il teatro al pubblico, la stagione teatrale avrà luogo in forme alternative di fruizione, per continuare a prendersi cura degli spettatori, del proprio territorio, del Teatro Julio Cortàzar, sempre vivo anche in un momento in cui il suo spazio fisico non può essere attraversato.

Per informazioni su Teatro Nucleo: https://www.teatronucleo.org/

(Ph. Daniele Mantovani)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *