Chi ride di me? Il dramma di tante persone obese fra pregiudizi e falsi miti sociali. Int. Lia Manzato, Psichiatra

obesitàL’obesità, nella società che ha fatto della “magrezza” un mito di onnipotenza, viene vissuta da chi se la porta addosso come una vergogna, molto spesso come una colpa legata ai giudizi negativi di chi vede l’obesità come un segno di debolezza. Di qui derivano la derisione e in qualche caso  la discriminazione, che impedisce di aprire gli occhi sulle molte e complesse cause sottostanti ad un fenomeno causato a molti fattori.

Una riflessione sul tema  ci viene dalla dottoressa Lia Manzato, psichiatra esperta dei disturbi dell’alimentazione, che mette in guardia interessati, famiglie e medici di base a non sottovalutare la complessità del problema, che andrebbe affrontato sotto diversi aspetti e quindi da diverse specialità della Medicina.

Sta di fatto che come per tutti i disturbi legati all’alimentazione e al rapporto con il cibo e con il  corpo, alla base ‘è sempre un disagio psichico, che soltanto poche persone riescono ad affrontare, vivendo il loro sovrappeso o anche l’obesità con molta disinvoltura.

Intervista integrale a Lia Manzato, psichiatra

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/integrale_obesita.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/integrale_obesita.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *