Chiesa S.Paolo: lavori fino al 2020. Arcivescovo: “Ferrara riavrà suo pantheon” – VIDEO

Tornerà ad essere aperta alla città per il 2020 perché – finalmente- nelle prossime settimane partiranno i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza della Chiesa Della Conversione di San Paolo e tutto il suo complesso.

Lavori che non solo metteranno in sicurezza l’ex monastero dei carmelitani scalzi, colpito duramente dal sisma del 2012, ma permetteranno anche opere di restauro che restituiranno la chiesa ai fedeli ma anche a tutti quei turisti che verranno a Ferrara.

 

 

Opere di intervento per due milioni e mezzo di euro messi a disposizione dal Comune, dalla Regione ma anche dal ministero dei Beni Culturali che ha acceso un capitolo per i lavori di restauro del Ducato Estense che comprende i monumenti delle due province di Ferrara e Modena.

chiesa san paolo organoI lavori sono stati presentati questa mattina dall’amministrazione comunale, nella Sala della Musica con la presenza di monsignor Giancarlo Perego… Il restauro affidato a uno studio di esperti, la BCD Progetti, parte da un presupposto: restituire la chiesa al percorso museale della città e sottolinearne il suo valore.

La chiesa, detta anche della Conversione, ha una lunga storia che parte dal 1295, anno in cui se ne vedono le prime tracce, ma poi subisce nel corso dei secoli diverse trasformazioni, una delle più importanti è sicuramente l’anno del primo terremoto di Ferrara: il 1570. E’ una chiesa che ha conosciuto profonde trasformazioni ed è da secoli sede di opere del Bastianino e di Guido Reni, oltre che del Bononi.

Un vero e proprio scrigno chiuso da tanto tempo – sottolinea il sindaco Tiziano Tagliani – che grazie all’intervento del ministro Dario Franceschini potrà riacquisire il suo valore originale. L’intervento inoltre prevede anche il restauro del refettorio: opera a carico dell’azienda che ha vinto l’appalto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *