Caso Versalis: petrolchimici in sciopero – INTERVISTE

chimici mobilitazioneI rappresentanti sindacali di CGIL CISL e UIL si sono rivolti, con una lettera aperta, anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per spiegare le ragioni della mobilitazione programmata per domani, venerdì 19 febbraio. Otto ore di sciopero in tutti i siti industriali ENI e Saipem in Italia, e una manifestazione a Roma, in Piazza Santi Apostoli.

ENI è intenzionata a vendere la propria società chimica, Versalis, che produce polimeri ed ha un insediamento produttivo anche a Ferrara con 600 dipendenti, a un fondo di investimento americano. E questo i sindacati non lo accettano, tanto è vero che quello previsto per domani è il terzo sciopero di questa vertenza.

“Un distacco progressivo di Eni dal suo Paese e dall’industria chimica accentuerebbe il declino dell’Italia sul piano economico, infrastrutturale e industriale”, scrivono i sindacati al presidente della Repubblica. E’ quesa la paura intorno a cui ruota la mobilitazione del 19 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *