Ciannilli: basta morti sulle strade

Ciannilli

Ancora una giovane vittima sulle strade della provincia. Questa volta è accaduto a Final di Rero dove una studentessa di appena diciotto anni, Arianna Alberighi, ha perso la vita in un incidente stradale sulla cui dinamica si sta ancora indagando.

“E’ semplicemente vergognosa – afferma Luigi Ciannilli, presidente del Comitato per la Sicurezza Stradale “Paglierini” – la scia di sangue e di morte che continua, nonostante gli interventi effettuati dal 1998 ad oggi, sul nostro territorio”.

Ciannilli cita poi dati allarmanti, perchè a fronte della media europea di 4,2 morti sulle strade dell’unione europea, l’Italia registra il 6,49 per cento, l’Emilia Romagna l’8,97 per cento e la provincia di Ferrara, addirittura il 9,72 per cento.

“E’ ovvio – afferma il Presidente del Comitato Paglierini – che occorre fare dei più, soprattutto perchè non tutte le soluzioni possibili presentano costi esorbitanti ed in ogni caso, un intervento che può salvare una vita, non può dover fare i conti con i costi”.

“Alle istituzioni – dice ancora Ciannilli – dobbiamo chiedere di non abbassare la guardia e di non farsi impastoiare dalla burocrazia che, a volte, blocca o penalizza progetti che possono aiutare a combattere questo terribile fenomeno delle morti sulle strade”.

“Noi – conclude – non ci fermeremo ed anzi continueremo a pungolare tutti coloro e per prime proprio le istituzioni, che hanno hanno la possibilità di intervenire”.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.