Cicloturismo, una “Carta degli impegni” per valorizzarlo

ciclo

Cicloturismo, una grande opportunità per il territorio estense ma servono, oltre alle infrastrutture anche servizi, punti di ristoro, segnaletica, promozione ed informazione. Proprio per questo nasce la “carta degli impegni” sottoscritta oggi in Provincia.

Sfruttare al meglio le grandi potenzialità del cicloturismo. È questo l’obiettivo della “Carta degli impegni” sottoscritta da Provincia e, finora, 76 aderenti fra Comuni, associazioni, aziende ed operatori del comparto.

L’iniziativa rientra nel progetto europeo denominato Motor, che vede un’attività di cooperazione Italia-Slovenia 2007-2013 ed è finalizzato alla valorizzazione del territorio rurale.
Su scala mondiale è stato stimato in nove miliardi di euro l’indotto derivato dal cicloturismo, nella sola Europa sono dieci milioni i cicloturisti, di cui cinque milioni nella sola Germania.

Ad 80 milioni ammonterebbe il fatturato derivato da questo settore del mercato in Trentino, forte dei propri 400 chilometri di piste ciclabili. Numeri che Ferrara, con la sua destra Po, fra le più lunghe piste ciclabili in Europa, deve tenere presente per lanciare questo tipo di turismo attorno al quale, hanno sottolineato oggi nella presentazione la Presidente della Provincia, Zappaterra e l’assessore provinciale al Turismo Bellotti, c’è molto interesse ma anche la richiesta di un vero e proprio sistema di servizi e promozione.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/ciclo.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/21012014_ciclo.mp4[/flv]

Un pensiero su “Cicloturismo, una “Carta degli impegni” per valorizzarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *