Cimice asiatica, Sassi (Ex M5S): “Chiarire modalità smaltimento piante colpite”

“Domani si terrà un vertice con le associazioni agricole e le organizzazioni di produttori per discutere insieme all’assessora regionale all’Agricoltura Simona Caselli dell’invasione di cimici asiatiche nel territorio emiliano-romagnolo. Per la Coldiretti regionale un vero “flagello” capace di provocare una perdita del raccolto che oscilla “fra il 40 e il 100%”.

Sul tema ho presentato un’interrogazione per chiedere di riferire in Commissione: in particolare per sapere se -d’intesa con le regioni limitrofe- le piante infestate debbano essere eradicate e poi smaltite come piante infette o in altro modo.

Nel caso specifico infatti se fossero dichiarate piante infette andrebbero bruciate, ma non essendo un ‘fungo’ forse potrebbero essere smaltite, per esempio, nella produzione di cippato, compost o simili” dichiara l’ex consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Gian Luca Sassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *