Cinema: a Ferrara una mostra permanente dedicata a Vancini

Una mostra permanente dedicata al cinema ferrarese e a uno dei suoi massimi rappresentanti: Florestano Vancini.

Manifesto Amore AmaroIl nuovo progetto di Ferrara la città del cinema – la filiera creativa che, dalle scuole di formazione alle esperienze lavorative, offre opportunità sul territorio per potenziali attori, registi e produttori – è piaciuto alla Regione Emilia-Romagna che lo ha selezionato nell’ambito del Bando regionale sulla memoria, dedicato alle figure che “hanno segnato la storia del territorio emiliano-romagnolo del ‘900, di cui va conservata la memoria storica e garantita la sua trasmissione alle nuove generazioni, oltre a sostenere una ricerca storica approfondita e aggiornata”.

La Regione ha finanziato il progetto con circa 20.000 euro, la maggior cifra tra quelle stanziate. A questa somma si uniscono i contributi previsti dall’Amministrazione comunale, da Cna e dall’Istituto di Storia Contemporanea.

Manifesto La Lunga Notte del 43Curatore della mostra permanente sarà Luca Siano, uno dei massimi esperti a livello nazionale di pittori del cinema.

L’apertura della nuova esposizione – spiega Stefano Muroni, presidente di ‘Ferrara la città del cinema’ – “è prevista a settembre a spazio Grisù, che insieme a noi promuoverà la mostra e che ringrazio per la grande disponibilità”. Qui oggi ha sede proprio la scuola d’arte cinematografica dedicata al regista: “esporremo tra l’altro cimeli di Vancini, il suo corredo pubblicitario, locandine, fotobuste, soggettoni, manifesti a due e quattro fogli”. “Fiero di questo nuovo risultato ottenuto da ‘Ferrara la città del cinema’ che si conferma fucina di idee e iniziative apprezzate in tutta Italia – dice l’assessore Marco Gulinelli – Ferrara è sempre più una delle capitali del cinema, nel segno della sua tradizione e con lo sguardo diretto alle nuove generazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *