Cinque bandi europei per rilanciare la pesca nel Delta

285mila euro, per una spesa progettuale di oPescaltre 462mila, finanziati dall’asse IV del Fondo europeo per la pesca (Fep), mediante il Piano di sviluppo locale.

Sono questi, in  estrema sintesi, i numeri di cinque bandi europei che prevedono incentivi importanti dedicati al settore della pesca: verranno presentati a tutti gli interessati giovedì 13 febbraio alle 16 nella sala del Consiglio comunale di Goro (Piazza Dante Alighieri 19) e lunedì 17 febbraio alla stessa ora in Comune a Comacchio, sempre in sala consiliare (Piazza Folegatti 15).

 

Il primo bando da 102.500 euro, di cui 41mila di contributo, mira a valorizzare e qualificare i sistemi di commercializzazione nei mercati ittici con l’attivazione di canali di vendita on-line o la riqualificazione dei mercati ittici delle marinerie.

Il secondo prevede una ricaduta economica di 120mila euro, di cui 48mila di contributo,  per progetti che incidano sulle fasi di lavorazione del pescato per migliorarne commercializzazione e promozione.

Il terzo, 20mila euro con contributo di 12mila, intende favorire la diversificazione delle attività dei pescatori e la creazione di nuovi posti di lavoro.

Integrare il reddito dei pescatori con nuove attività legate alla ristorazione ed al turismo, è poi l’obiettivo del quarto bando, che mette a disposizione 60mila euro di cui 24mila di contributo.

Infine, l’ultimo bando si rivolge agli enti pubblici e offre la possibilità di investire sulla qualificazione e rivitalizzazione delle aree di sbarco delle marinerie.

Sono160mila gli euro a disposizione per attività di adeguamento e realizzazione di strutture di ricovero per gli attrezzi dei pescatori, o per l’accoglienza dei visitatori, oltre che per eventi finalizzati a rivitalizzare l’area delle marinerie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *