Clini in Tribunale a Ferrara: ora inchiesta per associazione finalizzata alla corruzione – VIDEO

clini_tribunale

L’ex ministro verso le 12 è arrivato in Tribunale a Ferrara e come il coimputato Pretner non si è fatto interrogare ma ha solo reso dichiarazioni spontanee al gip. Poi ha consegnato una memoria. Ora il legale Paolo Dell’anno sta valutando se rivolgersi o meno al tribunale del riesame. A Roma intanto l’ex ministro, con la sua nuova compagna e altre persone è indagato per associazione a delinquere per corruzione.

Per gli inquirenti si chiamavano Pesce, Sole e Schiavo i conti riconducibili al sistema illecito che l’ex ministro Corrado Clini avrebbe messo in piedi insieme all’ingegnere di Padova, Augusto Pretner. Conti aperti – sempre secondo gli inquirenti – a Lugano, all’Usb Bank e dove arrivavano i soldi che anziché servire per lavori di bonifica di una zona dell’Iraq fra i fiumi Tigre ed Eufrate, con un giro che partiva dall’Olanda passava per i paradisi fiscali caraibici e arrivava nei conti svizzeri, grazie anche all’emissione di fatture false, alcune delle quali emesse da un’azienda ferrarese, la Mad Ingegneria srl..

Il conto Pesce – spiega il gip citando le prove raccolte dalle fiamme gialle – era quello riconducibile a Clini, mentre il conto Sole sarebbe stato quello di Pretner. Il terzo, dal nome in codice Schiavo, invece sarebbe appartenuto ad una terza persona inserita nel sistema illecito, poi deceduta. Tutte prove insussistenti per il legale dell’ex ministro, l’avvocato Paolo Dell’Anno, oggi a Ferrara per assistere Clini, arrivato in città a bordo di un’auto nera, verso le 12. Clini è poi giunto nell’aula C del tribunale di Ferrara per essere ascoltato dal giudice per indagini preliminari. Un interrogatorio in cui Clini si è avvalso della facoltà di non parlare ma ha solo voluto rendere dichiarazioni spontanee e consegnare una memoria documentale.

Nuove prove che secondo il legale di Clini smonterebbero tutti i capi d’accusa contro l’ex ministro per quanto riguarda il filone ferrarese dell’inchiesta denominata “New Eden”. Per la procura di Ferrara, le indagini sono state coordinate dai sostituti procuratori Nicola Proto e Filippo Di Benedetto e condotte dalle fiamme gialle del comandante Sergio Lancerin, l’ex ministro invece avrebbe sottratto oltre tre milioni di euro su 54 messi a disposizione di due Ong irachene con sede negli Stati Uniti.

I guai per Clini tuttavia sembra che non siano finiti qui. Per la procura di Roma, che collabora con quella di Ferrara infatti, gli illeciti riconducibili a Clini si allargherebbero a finanziamenti elargiti per progetti destinati all’Africa e al Sud America. Nel filone romano infatti l’ex ministro, attualmente direttore dello stesso ministero, è anche indagato per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, in relazione alla sua veste proprio di ex direttore generale del dicastero, con la sua compagna, Martina Hauser, ex moglie del ministro del Montenegro , ed almeno altre 4 o 5 persone.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/clini_tribunale.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/01-clini-a-ferrara_20140528175820.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *