Fisco per le imprese, Cna: “A Ferrara grava per il 60%”

Crescono le tasse per le imprese ferraresi e la città estense si piazza al 50esimo posto nella classifica nazionale.

Sono i dati dell’Osservatorio nazionale della Cna che preoccupa l’associazione di categoria estense.

L’incidenza del prelievo fiscale complessivo sulle piccole imprese ferraresi aumenta leggermente toccando quasi quota 60%. Passa infatti dal 59,5% del 2017 al 59,8% 2018, e Ferrara si ritrova così al 50° posto della classifica nazionale tra i 137 Comuni italiani del Rapporto 2018 “Comune che vai, fisco che trovi” dell’Osservatorio Cna.

Il focus è sulla tassazione delle piccole imprese in Italia, che analizza il peso del fisco sul reddito delle aziende.

Ferrara rimane sostanzialmente stabile (con un lieve rialzo) rispetto all’anno scorso, “ma altri Comuni hanno fatto meglio” sottolineano dalla Cna di Ferrara.

cna-ferraraLa pressione fiscale media sulla piccola impresa sarebbe ascrivibile all’aumento programmato della contribuzione previdenziale dell’imprenditore, che produce un ampliamento del divario tra la pressione fiscale che grava sulle piccole imprese (il 61,2% nel 2017), rispetto al 42,4% di media nazionale sulla totalità dei contribuenti.

“Fisco iniquo che impedisce la ripresa, è ora di cambiare”: l’appello è del presidente provinciale della Cna, Davide Bellotti,

“Abbiamo avanzato da tempo proposte che possono realmente contribuire a un fisco più equo e sostenibile per le piccole imprese”, sottolinea Bellotti, “come l’introduzione in modo progressivo della Flat tax secondo un piano che, sulla base delle risorse rese disponibili attraverso il recupero dell’evasione e la riduzione della spesa pubblica, preveda la riduzione delle aliquote Irpef a partire da quelle più basse”.

“Anche a livello locale”, continua il presidente, “si può intervenire attivamente sulla leva fiscale”.

Cna infine conferna la data del 5 agosto come Tax free day: giorno in cui, per l’associazione, le imprese potranno lavorare per se stesse, dopo avere assolto per intero alla mole di obblighi fiscali e contributivi che grava su di loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *