CNA: elezioni dei nuovi organi e le novità dell’artigianato ferrarese

Sono centinaia gli imprenditori coinvolti nelle votazioni per l’elezione degli organi dirigenti della CNA di Ferrara.

Sono cominciate il 27 e 28 marzo scorsi, con le assemblee delle aree territoriali (Argenta e Portomaggiore, Alto Ferrarese, Comune di Ferrara, Copparo e Berra, Area del Delta), proseguono con le assemblee delle Unioni di Mestiere e dei raggruppamenti di interesse (CNA turismo e commercio, CNA Cultura, prevista per il 7 aprile, CNA Impresa Donna e CNA Giovani Imprenditori, che chiuderanno la tornata elettorale il prossimo giovedì 13 aprile).

L’appuntamento successivo è fissato per l’11 maggio, quando si terrà l’assemblea generale quadriennale di CNA Provinciale, nel corso della quale saranno eletti il nuovo ufficio di Presidenza e il Presidente di CNA Ferrara, carica oggi ricoperta dall’imprenditore centese Alberto Minarelli.

“E’ un percorso elettorale che va riempito di contenuti – spiega il Direttore provinciale di CNA Diego Benatti – Oggi più che mai abbiamo bisogno di politiche che accompagnino lo sviluppo della piccola e media impresa: riduzione del carico fiscale, investimenti in infrastruttura – anche telematiche sostegno alla formazione professionale ma anche al credito. Queste sono le priorità su cui è necessario che anche le istituzioni ci diano una mano”.

Non bisogna pensare – dice Benatti – che le imprese di dimensioni medio piccole non abbiamo un futuro o una funzione nel mondo globalizzato. Al contrario, hanno ottime probabilità di avere successo perchè sanno esprimere una flessibilità che le grandi imprese non hanno, purché sappiamo mettersi in rete tra loro e con le aziende di maggiori dimensioni”. A queste condizioni, dice Diego Benatti, il nostro territorio sarà in grado di intercettare lo sviluppo e uscire, anche se lentamente, dalla crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *