Il COA ha celebrato il 96esimo anniversario dell’Aeronautica Militare

Oggi, 28 marzo 2019 si sono svolte al Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE) le celebrazioni del 96° Anniversario della costituzione dell’Aeronautica Militare. La ricorrenza si è svolta sul piazzale “Medaglie d’Oro” della base operativa con la cerimonia solenne dell’Alzabandiera a cui hanno partecipato, oltre a tutto il personale in servizio al Comando poggese, il Gonfalone del Comune di Poggio Renatico e i Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma. Erano, inoltre, presenti gli studenti di 2 classi del IV anno del Liceo “Roiti” nell’ambito dell’iniziativa dello Stato Maggiore dell’A.M. “Con la gente, per la gente” e la V classe dell’Istituto di Istruzione Superiore “Copernico-Carpeggiani”, attualmente al C.O.A. per lo svolgimento dell’attività di alternanza scuola-lavoro.

La cerimonia, presieduta dal Comandante del C.O.A., Generale D.A. Claudio Gabellini, alla presenza del Prefetto di Ferrara, dott. Michele Campanaro, del Sindaco di Poggio Renatico, sig. Daniele Garuti e di altre autorità civili, militari e religiose della provincia di Ferrara, è iniziata con la deposizione corona d’alloro al monumento ai Caduti. Dopo la lettura dell’Ordine del Giorno del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica e del messaggio augurale del Ministro della Difesa, ha preso la parola il Sindaco di Poggio Renatico che, esprimendo il proprio orgoglio e dell’intera cittadinanza, non ha lesinato parole di sentito ringraziamento verso l’Aeronautica Militare e il suo personale “per la dedizione e il sacrificio che Uomini e Donne del Comando Operazioni Aeree dedicano 365 giorni all’anno e 24 ore su 24 alla collettività a supporto di tutti noi. Posso confermare che tutti gli operatori dell’Aeronautica sono estremamente attenti ai bisogni della società che da oltre 96 anni vi ospita e sappiamo bene che la nostra sicurezza passa anche da qui!”.

Il Generale Gabellini nel suo intervento ha voluto sottolineare il senso e l’importanza dei concetti espressi dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, rimarcando i “profondi e indissolubili legami che uniscono le donne e gli uomini in azzurro alle realtà sociali e locali” e dopo aver rivolto “un rispettoso e commosso pensiero ai nostri caduti in pace e in guerra, punti di riferimento assoluti a cui ispirare il nostro quotidiano operare al servizio del Paese”, ha aggiunto che “da 96 anni l’Aeronautica Militare con passione, orgoglio, competenza e umiltà è presente e pronta ad affrontare le nuove sfide anche nei cambiati contesti geostrategici sempre più caratterizzati da incertezza, instabilità e minacce multidimensionali e multidirezionali”.
Il personale del COA, dopo la cerimonia, è subito tornato al proprio posto di lavoro per continuare il servizio.

Nel corso della mattinata, il Comandante del C.O.A. ha anche incontrato gli studenti del Liceo Roiti, i quali hanno colto volentieri l’occasione per intervistare il Gen. Gabellini e realizzare così un esclusivo servizio per il “TG Roiti”, telegiornale autoprodotto del Liceo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *