COA Poggio pronto a intervenire: proseguono, anche durante le feste, le attività del Comando

Comando Operazioni Aeree Poggio Renatico
Comando Operazioni Aeree Poggio Renatico

A Natale come a San Silvestro la sala operativa del COA, cuore pulsante della base dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico, rimane attiva e vigile, ventiquattr’ore su ventiquattro, per assicurare la sicurezza dei cieli italiani. La Difesa Aerea non ammette infatti momenti di pausa o di rilassamento.

Le informazioni della rete radar sono controllate e valutate dal personale in servizio del Centro Operativo Nazionale (ITA-AOC, Italian Air Operation Center) e del neo-costituito ARS (Air control centre, Recognised air picture production centre and Sensor fusion post) al fine di identificare qualsiasi velivolo sospetto e allertare, in caso di necessità, i caccia Eurofighter sempre pronti al decollo.

Difesa Aerea quindi, ma non solo: il COA è pronto in ogni momento a far librare in volo i velivoli del servizio di ricerca e soccorso (Search And Rescue – SAR), come è successo domenica 28 dicembre sia per il salvataggio dei passeggeri del traghetto Norman Atlantic sia per le ricerche dei marinai dispersi in mare a seguito della collisione tra due mercantili al largo di Ravenna. Non si ferma nemmeno l’attività di pianificazione e di coordinamento del Trasporto Aereo cosiddetto ”operativo”, incluso quello da e per i teatri fuori dai confini nazionali, dove i militari italiani sono ancora impegnati in aree di crisi per la loro stabilizzazione e ricostruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *