Codacons: assemblea in città – INTERVISTA

codacons assembleaBankitalia e Consob erano state avvertite sin dal 2013 dei rischi che correvano i risparmiatori di Carife. Lo ha affermato il Codacons – in Conferenza Stampa a Roma – che all’epoca inviò ai due enti di vigilanza un esposto in materia, che denunciava le difficoltà in cui versava l’istituto di credito ferrarese.

Ieri sera intanto l’associazione ha tenuto una seconda assemblea degli ex investitori di Carife, dopo Lagosanto, a Ferrara. La tesi del Codacons è che sia gli azionisti sia gli obbligazionisti subordinati della Banca di Ferrara possono rientrare in possesso del proprio denaro.

La strategia che prospetta il CODACONS è in due mosse: dapprima presentarsi come parte offesa in un procedimento penale che dovrebbe scaturire da un esposto inviato dall’Associazione alla Procura di Ferrara.

Sala gremita, all’Hotel Carlton di Ferrara , per l’assemblea convocata dall’Associazione a cui hanno partecipato azionisti e obbligazionisti.

Nei prossimi giorni altri incontri sono previsti ad Argenta, Jolanda di Savoia, Comacchio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *