CODIFIUME CUP: la finale è Passarini-Ulmi

La sfida in programma mercoledì alle 22.15

Saranno i campioni in carica dell’Azienda Agricola Passarini o i temibili milanesi della Rappresentativa Ulmi ad alzare al cielo il Trofeo Dante Masi? Le due squadre superfavorite hanno infatti staccato, lunedì, il pass per la finalissima della 2ª edizione della Codifiume Cup, il torneo di calcio a sette in notturna organizzato dall’Afc Santa Maria Codifiume. Data la caratura delle due compagini è assicurato uno spettacolo senza eguali. L’appuntamento è per mercoledì 6 luglio, alle 22.15. Ma da non perdere è anche, dalle 20.30, la tappa del concorso di bellezza La + Bella di Ferrara, che eleggerà Miss Codifiume Cup, cui spetterà il calcio d’inizio della sfida fra giganti. Il tutto accompagnato dalla cucina del ristorante vista campo. L’Azienda Agricola Passarini ha superato 5-2 il temibile G Team/Fonderia Flli Zanetti/Panificio Tassinari/Master Sport, al termine di una gara da applausi. Dopo un sostanziale equilibrio tocca a Giorgio Gessoni, al 18’, sbloccare il risultato per la squadra locale. Al 28’ la risposta arriva dai piedi di Gianluca Laurenti e al 34’ a ribaltare la situazione ci pensa la conclusione a giro di Fabio Drago, mentre l’allungo è firmato al 38’ Enrico Giannone. Non è finita: Riccardo Pasi mette la firma sulla rete del 4-1 e poi del 5-1, con una doppietta che gli vale il titolo di migliore in campo, attribuito da Matteo Borsari. Il tiro di Andrea Attolico, che colpisce il legno e carambola in rete, non basta: il match si chiude sul 5-2. ulmiAlla Rappresentativa Ulmi sono serviti i tempi supplementari per imporsi, 6-3, sulla rivelazione del torneo Cablaggi Iosco/Buriani Cartongessi, in una gara particolarmente tesa e di grande agonismo. I milanesi passano in vantaggio già al 2’ con Giancarlo Casiraghi, indicato come di migliore in campo da mister Luca Forlani. Il raddoppio di Ettore Provasio non affonda i rossoblu, che accorciano le distanze al 13’ con Riccardo Liri, ma non approfittano di due calci di rigore, molto contestati dai milanesi: Luca Formigoni e Liri si fanno ipnotizzare da Andrea Mantovani, che para i due tiri dal dischetto. Ne approfitta Casiraghi per portare Ulmi sul 3-1, cui risponde ancora Liri: 3-2. Il terzo penalty assegnato ai portuensi, siglato da Aziz Hachimi, chiude i tempi regolamentari sul 3-3. Nei supplementari i due centri ancora di Casiraghi e la rete di Mattia Mantegazza consentono ai lombardi di arrivare a giocarsi il titolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *