Maxi sequestro rifiuti da parte della Polizia provinciale a Codigoro – VIDEO

Pneumatici, ciclomotori in disuso, mobili, ma anche motori elettrici, televisori, cancelli in ferro, fogli in polistirolo, reti per materassi e tanto altro ancora.

Questo hanno trovato gli agenti della Polizia provinciale di Ferrara in un’area cortiliva a Codigoro, rifiuti individuati grazie all’uso del drone della Polizia provinciale.

Le aree sono state sequestrate.

Molto probabilmente l’indagato si era reso disponibile a sgomberare cantine o recuperare manufatti nei confronti di cittadini ignari del successivo stoccaggio e commercio abusivo, che li potrebbe esporre al rischio di essere sanzionati a loro volta.

Questa modalità si configura, invece, come una vera e propria attività di gestione di rifiuti.

Il sequestro dell’area e dei rifiuti obbliga l’indagato a smaltirli in maniera corretto, senza danni per l’ambiente.

“Ancora un plauso di apprezzamento ai miei uomini – dice il comandante della Polizia provinciale Claudio Castagnoli – per il costante impegno a difesa di quel bene unico ed impagabile che è l’ambiente in cui viviamo” aggiunge poi il comandante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *