‘Codigoro Terra e Acqua in bici’: domenica 1 maggio, primo evento cicloturistico organizzato da Fiab e Comune

Con l’evento cicloturistico “Codigoro Terra e Acqua in bici”, prenderà il via, domenica 1° maggio, nel solco della promozione del turismo slow e del cicloturismo, la collaborazione tra il Comune di Codigoro e FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta). Ieri mattina, è stata presentata la manifestazione, frutto di un lavoro sinergico intrapreso due anni fa tra l’Amministrazione Comunale e Fiab di Ferrara, presieduta da Antonio Casadibari e rappresentata dal consigliere nazionale Giuliano Giubelli, nonchè responsabile del Gruppo Mobilità Attiva.

“La pandemia ci ha indotto a sospendere per due anni le iniziative che avevamo in animo di realizzare con Fiab – ha commentato il Sindaco Sabina Alice Zanardi -, ed ora finalmente possiamo riprendere in mano il progetto, che si avvale di un’altra azione promozionale importante, già condivisa con TPER ed AMI, per portare sul nostro territorio gli appassionati delle due ruote ecologiche, incentivando la promozione del turismo slow.”

Il progetto consiste nella fruizione di un servizio pubblico, quello del bus dotato di appendice destinata al trasporto di biciclette e raggiungere Codigoro, da cui partirà domenica prossima, in occasione della Festa dei Lavoratori, il citato evento ciclo-turistico. “L’Amministrazione Comunale ha assicurato il patrocinio ed il sostegno all’evento – ha aggiunto il Sindaco -, evento che combacia con la nascita della sezione Fiab di Codigoro “Pedale Stanco” e che ha in Massimo Biolcatti il suo referente territoriale. Con questa iniziativa diamo il là alla stagione primaverile in questo territorio, incastonato come una perla nel Parco del Delta del Po. E’ proprio questo il periodo che richiama nel nostro territorio gli appassionati di escursioni in bicicletta e di birdwatching e, più in generale di turismo ambientale.”

Il percorso di 50 km (25 all’andata ed altrettanti al ritorno), con partenza dalla stazione ferroviaria di Codigoro, dove giungerà da Ferrara il bus dotato di appendice, toccherà dapprima il Consorzio di Bonifica, con breve visita ad uno dei più grandi impianti idrovori d’Europa, poi l’oasi naturalistica della Garzaia, sino a spingersi, lungo il percorso ciclabile di via Pomposa Nord, sino all’Abbazia di Pomposa. I cicloturisti, dopo la tappa, riprenderanno il cammino in direzione Volano con sosta e visita all’oasi di Canneviè e alla Torre della Finanza di Volano, grazie al supporto dei volontari del Comitato Volano Borgo Antico. Si attraverserà la pineta del Lido di Volano, sino ad arrivare al Lido Nazioni, dopreciso scopove è prevista la pausa-pranzo. Il rientro in bici a Codigoro prevede una sosta con visita alla cantina di Corte Madonnina a Pomposa.

“Questa iniziativa – ha dichiarato Massimo Biolcatti, referente sezione Fiab di Codigoro ‘Pedale Stanco’ – è stata voluta per valorizzare il territorio in chiave turistico-ambientale e per incentivare il servizio di trasporto pubblico mediante bus dotato di appendice per le biciclette. L’evento, che sancisce la nascita della sezione Fiab locale, è aperto a soci e anche ai non iscritti e sarà possibile noleggiare anche e-bike direttamente alla stazione ferroviaria di Codigoro, dove sarà disponibile un apposito servizio di noleggio.”

Presente alla conferenza stampa anche il Vice Sindaco Francesco Fabbri, il quale ha posto in evidenza “l’importanza strategica di entrare in un circuito nazionale con un partner importantissimo legato al cicloturismo, quale è Fiab, allo scopo di far sempre più conoscere il nostro territorio, sia agli sportivi, che ai visitatori che prediligono mete esperienziali, le quali ruotano attorno all’ambiente, alle eccellenze architettoniche e gastronomiche dei luoghi attraversati. Confidiamo – ha concluso il Vice Sindaco -, che questo sia l’inizio di una serie di iniziative da realizzare sul territorio, per la promo valorizzazione del turismo lento e della mobilità sostenibile.”

Il Sindaco ha poi ringraziato per la collaborazione anche l’Amministratore Unico dell’AMI di Ferrara, Antonio Fiorentini per il sostegno che anche in futuro assicurerà al servizio di trasporto pubblico con bus ed appendice, un servizio che consentirà di collegare in sicurezza la città di Ferrara a Codigoro e al Parco del Delta del Po, offrendo nuove opportunità di visita intermodali.

Pe rinfo Fiab dispone anche di un proprio portale nazionale: www.andiamoinbici.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.