Cold case a Goro, il giornalismo d’inchiesta riapre il caso di Willy Branchi

L’edizione 2015 del Premio Stampa Ferrara quest’anno ha previsto anche un riconoscimento al giornalista dell’anno. Un premio consegnato a un giovane cronista de Il Resto del Carlino, Nicola Bianchi che ha sposato la causa di Luca Branchi, il fratello di un giovane, Willy, che 27 anni fa morì a Goro in circostanze misteriose.

Oggi, grazie a questa inchiesta giornalistica, la Procura di Ferrara ha riaperto il caso per arrivare ai colpevoli, mai trovati, di chi ha ucciso quel giovane 18enne.

“Un modo di fare giornalismo, nonostante il settore sia sconvolto da una rivoluzione senza precedenti a causa del web, che tuttavia usa ancora i vecchi canoni della buona informazione” sottolinea la presidente del sindacato giornalisti Emilia-Romagna, Serena Bersani che ha partecipato alla cerimonia di premiazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *