Coldiretti, a Cernobbio per la ripresa del settore agricolo

Una distinzione netta tra chi vive di agricoltura e chi invece no. E’ quanto contenuto nella bozza della legge di stabilità, approvata dal consiglio dei ministri, che interessa il settore agricolo. In altre parole si incrementerà la base del calcolo per le imposte, determinate con i criteri catastali del 5% nei soggetti professionali e del 15% per gli altri: come ad esempio un proprietario terriero che di professione fa altro. La bozza della legge di stabilità prevede anche il rifinanziamento del Fondo di Solidarietà di 120 milioni di euro che garantiranno la necessaria copertura finanziaria per le polizze assicurative.

Due novità, i redditi catastali e il fondo di solidarietà, viste positivamente da Coldiretti che, venerdì e sabato, terrà a Cernobbio la 12° edizione del Forum dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, assise alle quale parteciperà, per la prima volta, del presidente del consiglio in carica. Al centro dei lavori, ci sarà la proposta per una via italiana per il rilancio del settore agricolo e dello sviluppo del Paese che sarà presentata dal numero uno di Coldiretti, Sergio Marini e discussa proprio con il premier Mario Monti. E’ necessario, dice Coldiretti, capire come gli italiani si stiano adattando alla crisi esaminando rinunce, comportamenti e tagli delle famiglie proporre possibili vie d’uscita. L’incremento di un punto percentuale dell’Iva, che nella legge di stabilità dovrebbe passare dal 10 all11% andrebbe a colpire anche i prodotti alimentari prima necessità che non possono mancare sulle tavole delle famiglie italiane: dalla carne al pesce, dalle farine al riso, dallo zucchero al miele,  senza escludere acqua minerale, vino e birra. Un effetto che peserà sulle famiglie per 500 milioni di euro –dice Coldiretti- e che rischia di provocare la ripresa dell’inflazione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=2696cc25-d614-422f-b286-e5e3aeb9afa2&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *