Coldiretti contro Ceta: “Difendiamo i cereali nostrani” – VIDEO

Sulla questione dei cereali si inserisce la battaglia intrapresa da Coldiretti contro il Ceta, il trattato di libero scambio dell’Europa con il Canada che dovrebbe essere ratificato dal Senato italiano a fine luglio.

Mercoledì a Roma, per chiedere lo stop al Ceta c’erano anche dei produttori cerealicoli ferraresi.

 

 

Letteralmente significa “Accordo economico e commerciale globale” ed è un trattato, di libero scambio tra Canada ed Unione Europea in fase di approvazione al senato. Un sistema di commercio internazionale nel quale merci e servizi possono circolare attraverso i confini nazionali senza barriere doganali, siano di tipo tariffario o non tariffario.

coldiretti cereali cetaUn trattato che però secondo Coldiretti, ed almeno altre dieci organizzazioni sindacali ed ambientali che a Roma hanno organizzato mercoledì scorso una protesta nazionale, ‘spalancherebbe le porte all’invasione di grano dal Canada’. Alla protesta hanno partecipato anche diversi imprenditori agricoli ferraresi, tra i quali anche Stefano Maestri, coltivatore di cereali di Ferrara.

Durante la protesta di mercoledì sono stati distribuiti provocatoriamente sacchetti di grano con la scritta “no al grano canadese con glifosato in preraccolta” un erbicida vietato in Italia, bandito in Francia ma utilizzato in Canada, Stati Uniti, Argentina, Brasile, Sudafrica e Cina. “Il rischio, spiega Coldiretti” è di non avere reddito e di chiudere le imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *