Coldiretti: vongole di Goro e parmiggiano nel piatto

Alla presenza del sindaco di Goro, Diego Viviani, dell’Assessore provinciale all’agricoltura, Stefano Calderoni e del presidente di Coldiretti Ferrara, domenica 22, in chiusura della sagra della vongola di Goro, una delle diciassette perle dell’agroalimentare ferrarese, il Ristorante “Ferrari” ha formalizzato l’adesione a Campagna Amica nel piatto, l’iniziativa di Coldiretti e di Fondazione Campagna Amica per l’attribuzione di un marchio specifico ai ristoratori che condividono un modello di sviluppo e di consumo che privilegia i prodotti del territorio, di filiera agricola e stagionali.

Un’adesione che ha già prodotto un primo risultato, con l’utilizzo di vongole “doc”, raccolte nelle acque di Goro dalla cooperativa CLAMS, aderente a Coldiretti Pesca, e che sono state utilizzate per il menù che il Ferrari ha dedicato all’ultima giornata di sagra.

“In questi momenti di difficoltà economica complessiva – ha sottolineato Tonello – diventa importante sia per i produttori che per gli utilizzatori, rivolgersi ai consumatori con prodotti di qualità. Quella qualità che in realtà come il ristorante Ferrari, possono trovare uno sbocco interessante, valorizzando la filiera agricola italiana, pesca compresa, e diversificando e qualificando la ristorazione che punta all’eccellenza ed ai prodotti del territorio come segno distintivo. In un ambito come questo di Goro, diventano utili ed interessanti le sinergie con i pescatori e produttori di vongole e mitili, che rientrano a pieno titolo nelle strategie della filiera tutta agricola e tutta italiana che come associazione stiamo di giorno in giorno rendendo concreta, e che attraverso Campagna Amica abbiamo l’opportunità di far conoscere e rendere visibile ai consumatori”.

Pensiero condiviso dall’assessore Calderoni e dal sindaco Viviani, che hanno auspicato la crescita dell’iniziativa quale elemento di qualificazione del territorio e delle imprese, dell’agricoltura e della pesca, che costituiscono una parte fondamentale dell’economia e della società gorese.

Buon riscontro anche per la vendita straordinaria di Parmigiano Reggiano proveniente da uno dei caseifici colpiti dal terremoto e che, abbinato alla vendita di vongole di Goro, ha consentito un buon incasso che contribuirà alla ricostruzione delle strutture produttive di questo caseificio che in pochi minuti ha visto crollare letteralmente anni di lavoro, come purtroppo molte altre imprese tra Modena, Ferrara, Reggio Emilia e Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *