Riviera e costa comacchiese si blindano per respingere turisti

Controlli straordinari sono scattati su tutta la Riviera adriatica, da Comacchio a Riccione, per impedire che qualcuno ceda alla tentazione di trascorrere le vacanze di Pasqua al mare.

Le Prefetture di Ferrara, Ravenna, Forlì e Rimini, insieme ai Comuni e alle forze dell’ordine, hanno infatti predisposto un piano per blindare i lidi romagnoli.

Le vacanze di Pasqua sono, tradizionalmente, lo start alla stagione turistica: gli alberghi di solito sono pieni e in molti trascorrono i giorni di chiusura delle scuole nelle seconde case al mare. Proprio per evitare l’esodo, soprattutto dalle città dell’Emilia e della Lombardia, sono stati istituiti i controlli.

I lidi restano chiusi, anche se già si pensa a come riuscire a salvare almeno una parte dell’estate, per un settore che produce una fetta consistente del pil della regione e crea numerosi posti di lavoro.

One thought on “Riviera e costa comacchiese si blindano per respingere turisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *