Comacchio: bagarre politica prima del consiglio comunale

08 comacchio scaramuccia“Se i consiglieri avessero letto le proposte di delibera anticipate, come di consueto, tre giorni prima dello svolgimento delle Commissioni Consiliari e della conferenza dei capigruppo si sarebbero accorti della scadenza perentoria che una di esse reca, e di certo non sarebbe stato necessario replicare ad una accusa insensata”

Questa la risposta di Robert Bellotti, Presidente del Consiglio Comunale di Comacchio ai consiglieri d’opposizione Antonio Di Munno del Pdl e Franco Mezzogori dell’Onda che sabato scorso hanno accusato il consigliere del Movimento 5 stelle di essere antidemocratico e poco trasparente.

La vicenda è partita lo scorso fine settimana, in conferenza dei capigruppo, per la scelta della data del consiglio comunale di Comacchio, individuata per giovedì sera. Data per la quale però i due consiglieri di minoranza non potevano essere disponibili, per impegni inderogabili assunti precedentemente. La richiesta dell’opposizione era che venisse proposta un’altra data in alternativa ma Bellotti, avevano spiegato in una nota, aveva riferito che il 14 febbraio era l’unica disponibile, non suggerendo alternativa.

“Il consigliere Di Munno, durante i lavori della prima e della seconda commissione comunale era assente –ha precisato Bellotti- In queste due sedute si è discusso parzialmente, vista l’assenza di tutti i rappresentanti dell’opposizione, ha continuato Bellotti, del Piano Strutturale Comunale di Comacchio, uno dei principali strumenti di pianificazione del territorio”. Di Munno si è presentato in aula a lavori inoltrati, per assistere all’ultima commissione e per partecipare all’atto conclusivo dei lavori, la conferenza dei capigruppo. Ciò significa che i consiglieri Di Munno e Mezzogori sono usciti dall’aula a lavori ultimati, come era logico che fosse”, ha concluso Bellotti

Intanto Di Munno ha già pronta un’interpellanza sul “precoce decadimento dell’impianto sportivo comunale Raibosola per il quale chiede una commissione tecnica d’indagine per capire se possa esistere o meno una responsabilità del gestore e del proprietario dell’impianto messo in funzione dieci anni fa.

 [flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=d81e8736-c4f5-42c9-95d9-f4e1a6685261&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *