Comacchio e’ turismo

Una marca turistica che identifichi con precisione Comacchio e le sue peculiarità turistiche. Serve poi una nuova politica di offerta di posti letto che coinvolga anche gli istituti di credito affinché finanzi chi vuole migliorare l’offerta di turismo in appartamento o intende costruire villaggi e alberghi.

Sono solo due delle sette idee che gli imprenditori dell’associazione “Comacchio è turismo” ieri sera, alle 21, a Palazzo Bellini, hanno illustrato ai sei candidati che correranno per la poltrona di sindaco di Comacchio il sei maggio.

“Questo nuovo movimento di imprenditori – afferma Luigi Vitali – è la vera novità di questa campagna elettorale”. “Siamo trasversali – aggiunge – ed ora tutti insieme chiediamo delle azioni forti per evitare il baratro e riprenderci da una crisi che si può combattere proprio potenziando l’offerta turistica”.

Per l’associazione che dunque chiede con decisione una nuova politica del turismo della Costa occorre fare numerosi sforzi non solo nel promuovere il marchio di Comacchio come luogo di vacanza, ma soprattutto potenziando una nuova offerta turistica dei posti letto.

Un’associazione dunque che punta a creare sviluppo a Comacchio e nel suo territorio.

“Se le banche aiutano i titolari delle case e delle agenzie a rinnovare gli appartamenti e a realizzare villaggi turistici in grado di competere sul mercato – spiega Vitali – l’economia comincia a girare e aziende locali tornano ad avere lavoro, anche nel settore dell’edilizia”.

E proprio in tema di sviluppo giovedì, dalle 15 alle 18, al camping Florenz di lido degli Scacchi si terrà la giornata della Borsa a chilometro zero. Un luogo in cui tutte le aziende del territorio di beni e servizi si scambieranno a vicenda le offerte.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120417_07.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *