Comacchio, i curatori raccontano il Museo del Delta Antico – VIDEO

Segna la terza rinascita per l’offerta turistica di Comacchio.

Dopo il turismo balneare degli anni Ottanta, quello green della fine degli anni Novanta ora infatti arriva la terza rinascita per il turismo della città lagunare e porta il nome di Museo del Delta Antico che aprirà sabato 25 di marzo, nell’antico ospedale degli Infermi.

Questa nuova apertura senga infatti per Comacchio la nascita di una nuova offerta nel campo del turismo culturale. Come sarà il museo e che cosa sarà in grado di offrire l’anno spiegato oggi i curatori, un team di architetti e archeologici che tre anni fa hanno vinto la gara per progettare il nuovo museo, e lo stesso soprintendente dei beni culturali di Bologna e Ferrara, Luigi Malnati.

Oggi infatti a Palazzo Bellini il sindaco e l’assessore alla cultura hanno tenuto una conferenza stampa per spiegare come sarà il nuovo spazio museale, la cui inaugurazione è prevista per le ore 11 del 25 marzo.

Cinque le sezioni presenti nel museo che prevede un racconto del territorio caratterizzato dall’elemento acqua. Nel piano terra la nave romana ritrovata a Valle Ponti sarà la vera protagonista di quella sezione museale… Un museo davvero unico nel suo genere dove i reperti saranno accompagnanti da una serie di elementi che renderanno la visita davvero originale per capire le origini di Comacchio che partono con la città di Spina… Un museo come deve essere ha detto nel corso dell’incontro con la stampa lo stesso Soprintendente, Luigi Malnati, che nella vita è un archeologo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *