Comacchio: il candidato di Lega Nord

Scende in campo nel giorno della festa della donna la candidata della Lega Nord, Maura Tomasi e distribuendo mimose a tutte le donne presenti annuncia la sua candidatura per la poltrona di sindaco nelle fila del Carroccio.

La presentazione, in pompa magna è allo storico bar Ragno di Comacchio. Con lei c’è molta della dirigenza del partito che oltre ad attaccare il governo Monti, lo definisce lo sceriffo di Nottigham per le tasse che soprattutto artigiani e imprenditori dovranno pagare, è giunta a Comacchio per sostenere con forza l’unica donna che potrebbe diventare sindaco della città lagunare. Maura Tomasi insomma – hanno detto gli esponenti del Carroccio – è l’unico candidato lagunare in grado di portare avanti – da sola – il programma del centro destra stoppato con la caduta del sindaco del Pdl, Paolo Carli.

Maura Tomasi ha 48 anni è avvocato e nel suo discorso ai comacchiesi spiega bene ciò che è riuscita fare nel suo anno e mezzo di mandato di vice-sindaco. Ricorda gli interventi per le scuole e i servizi sociali, cita il carnevale che finalmente è arrivato anche nella città lagunare ma elenca anche ciò che vorrebbe fare se diventerà sindaco.

Sanità e turismo sono i suoi cavalli di battaglia. Per la sanità precisa che la sua azione è riuscita a impedire il riordino dell’emergenza e se sarà eletta continuerà nella battaglia che chiede insieme alla consulta del San Camillo. Poi pensa al turismo. Non c’è sviluppo senza che il settore non sia potenziato ma per farlo, sostiene la Tomasi occorre ridurre gli oneri deducibili per chi crea posti letto e quindi realizza alberghi o campeggi.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120308_07.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *