Comacchio, il cantiere del Museo del Delta Antico – VIDEO

Oltre due mila opere che saranno un viaggio nel tempo fatto di sensi e di reperti dal valore inestimabile.

Nell’ospedale degli infermi che oramai è da tutti chiamati il Museo del Delta Antico proseguono i lavori del cantiere per trasformare l’antico ospedale “San Camillo” in un museo che sarà la punta di diamante delle offerte culturali di Comacchio. Tutti infatti sono al lavoro per preparare il sito all’inaugurazione storica prevista per la fine di marzo, sabato 25.

L’antico ospedale che fra qualche settimana sarà museo fu costruito tra il 1778 e il 1784 dalla comunità comacchiese su impulso di papa Clemente XIV. Un ospedale concepito come luogo a carattere “sacro”, come tutt’ora evoca l’austero prospetto anteriore in stile neoclassico, che richiama l’immagine di una cattedrale e fu realizzato dall’architetto ferrarese Antonio Foschini,

Oggi, grazie a uno sofisticato intervento di restauro architettonico, la struttura, inserita nel suggestivo centro storico di Comacchio, diventa il palcoscenico ideale per accogliere ed esporre il grande patrimonio archeologico del territorio, dall’antichità al Medioevo, dice lo stesso assessore alla Cultura del comune di Comacchio, Alice Carli che sottolinea come sia stata conservata anche l’antica cancellata che caratterizzava l’ingresso all’ex ospedale. Il Museo Delta Antico collabora con uno dei museo fra i più importanti del mondo in materia di archeologia: il MANN di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *