Comacchio: “Il poligono nuoce alla pesca”

E’ un comparto che, tra mare, vongole ed impianti, impiega circa mille persone ma che da tempo, come anche il ns tv giornale ha avuto modo di mettere in risalto raccontando la storia di un pescatore 60enne, sta vivendo gravi difficoltà. La pesca è un nervo scoperto per la comunità comacchiese ed ha già innescato un braccio di ferro politico tra i due candidati, che almeno sulla carta, avrebbero le chances maggiori di finire al ballottaggio: Alessandro Pierotti, candidato dell’Onda, Futura Comacchio, Pd e Udc; e Antonio di Munno, candidato del Pdl e della civica Il Faro.

Il casus belli è rappresentato dal Poligono di tiro a mare che si trova nella zona di Casal Borsetti, nel ravennate: struttura dismessa ma che di fatto però ostacola l’attività dei pescatori creando danni ad un settore fondamentale per Comacchio. I pescherecci che escono da Portogaribaldi per raggiungere le zone di pesca sono costretti a circumnavigare l’area riservata al poligono di tiro Echo 346: un’area che si estende per 12 miglia marine nella quale però è interdetta la navigazione costringendo i pescherecci ad effettuare un giro più ampio che richiede più ore di tempo e più spese di gasolio.

Il primo a parlare di una petizione in difesa della pesca, in apertura di campagna elettorale, è stato Alessandro Pierotti annunciando una raccolta firme da inviare al Ministero della Difesa: petizione già sottoscritta oltre che dai pescatori anche dagli ambientalisti.

“Un attivismo unidirezionale serve per difendere una risorsa, la pesca, fondamentale per il nostro territorio” – spiega Antonio di Munno – che annuncia l’interpellanza del Sen Balboni, presentata oggi al Ministero della Difesa, per la soppressione del Poligono.

Un’annosa questione, quella del Poligono che accende i riflettori su un settore che non ha solo bisogno di finanziamenti per migliorare imbarcazioni e infrastrutture ma anche di assistenza al lavoro dei pescatori, visto che il futuro sarà sempre meno di quelli che gettano le reti e sempre di più dei pescatori che avranno il loro appezzamento in mare da ‘coltivare’.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120411_08.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *