Comacchio, iniziati lavori per far entrare pediatria di gruppo nel S.Camillo

A circa un mese dall’accordo siglato in Prefettura lo scorso 21 febbraio sono cominciati in queste ore, al S.Camillo di Comacchio, i lavori per il trasloco delle attrezzature e degli arredi del terzo piano dell’ex ospedale.

In pratica si stanno svuotando le stanze trasferendo 35 letti automatizzati all’ospedale del Delta di Lagosanto. Altri 8 invece resteranno all’ospedale di Comacchio come punto di appoggio per la futura pediatria di gruppo.

In questi spazi, dove si è già al lavoro per cablare le stanze per la rete e il web, arriverà il servizio che l’azienda Usl di Ferrara era intenzionata ad avviare alcuni anni fa con la trasformazione dell’ospedale in Casa della Salute. Progetto però’bloccato’ dalla Consulta per la Salvaguardia del S.Camillo che, dopo anni di lotta, è riuscita ad ottenere l’arrivo della chirurgia di bassa intensità, in cambio dell’avvio della pediatria di gruppo. Nel giro di poche settimane i cinque pediatri di libera scelta presenti nel comacchiese sposteranno quindi i loro ambulatori all’interno del S.Camillo. Cinque professionisti che ruoteranno nelle dodici ore, a partire dalle 8 del mattino sino alle 8 di sera, in maniera da garantire un servizi completo per il territorio.

Un servizio che l’Azienda Usl di Ferrara cercherà di mettere a punto in poche settimane, in concomitanza della presentazione del progetto di fattibilità della chirurgia al S.Camillo. “Sono molto contento che le cose stiamo andando avanti”, ha spiegato Claudio Vagnini, Direttore Generale dell’A.Usl di Ferrara al lavoro insieme per presentare il progetto di fattibilità sulla chiurgia a Prefetto e Presidente della provincia di Ferrara ad inizio aprile. Di seguito sarà convocata la conferenza socio-sanitaria territoriale per illustrare tutti i dettagli e l’eventuale ok al progetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *