Comacchio, Palazzo Saline: il bando per il restauro – VIDEO

E’ un bando per idee che dovrà pensare a un nuovo modo di vivere un palazzo del centro storico di Comacchio e che è conosciuto come il ‘Palazzo delle Saline’.

Ma quello messo in campo da amministrazione comunale e Area, azienda di servizi ambientali che dal primo di giugno si chiamerà Clara, è anche un bando che andrà a completare la riqualificazione di un percorso turistico che culmina con il Museo del Delta Antico, aperto alla fine di marzo.

Dal primo di giugno fino a settembre, per 90 giorni, architetti ed ingegneri potranno infatti presentare un progetto che dovrà riqualificare il palazzo che diventerà sede di diversi uffici pubblici. A spiegarlo sono stati il sindaco di Comacchio, Marco Fabbri e il presidente di Area, Gian Paolo Barbieri, nel corso di una conferenza stampa tenuta questa mattina nella sede consiliare del municipio di Comacchio.

 

 

Il Palazzo delle Saline, che rappresenta la storia della comunità lagunare, è stato individuato dalla stessa Sovraintendenza come un bene architettonico importante per Comacchio. Per questo la commissione che dovrà giudicare il progetto sarà costituita anche da professori di Unife delle facoltà di architettura e ingegneria.

Un restauro dunque che torna a far splendere Comacchio, sottolinea il sindaco, ancora di più… Il bando prevede un premio da dieci mila euro per chi arriverà primo classificato. Denaro messo a disposizione da Area che per il restauro mette a disposizione due milioni e mezzo di euro per la riqualificazione dell’immobile. Un palazzo che una volta restituito al suo antico splendore e valore storico sarà sede di Area a Comacchio. I lavori tuttavia sono anche un modo per creare maggiore coesione sociale fra la comunità lagunare e l’azienda di servizi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *