Comitato salvaguardia ospedale Delta: “Ridateci la pediatria”

pediatrie

Dopo l’annuncio della fusione delle pediatrie del S.Anna e di Lagosanto arriva il No al progetto da parte del Comitato per la Salvaguardia del Delta, appoggiato anche da alcuni consiglieri di Comuni dell’alto ferrarese.

“No alla fusione delle pediatrie del S.Anna e del Delta e il ripristino del reparto dell’ospedale di Lagosanto com’era prima dello scorso 19 novembre, data della chiusura della Guardia Attiva Pediatrica”.

E’ la netta richiesta del Comitato Salvaguardia dell’ospedale del Delta dopo l’annuncio, nei giorni scorsi, della fusione dei reparti dei due ospedali. Una opposizione al progetto che parte con il mettere in discussione il numero dei nati, lo scorso anno, all’ospedale di Lagosanto “contrariamente a quanto detto da Azienda Usl e Ospedale S.Anna i nati vivi all’ospedale del Delta, nei primi otto mesi ovvero da gennaio ad agosto, nel 2013, sono stati 409 e non 370 come detto, venerdì scorso in conferenza stampa a Cona, ha spiegato Nicola Zagatti Per il portavoce del Comitato per la Salvaguardia del Delta. si è depotenziato un ottimo reparto, quello di Lagosanto, indirizzando le madri e le famiglie verso altri ospedali, come quello di Cona

La protesta del Comitato per la salvaguardia del Delta è appoggiata dai diversi consiglieri comunali che siedono sui banchi a Codigoro, Mesola, Comacchio ma anche nell’alto ferrarese, come Vigarano Mainarda a conferma, dicono, che la sanità non è una questione in mano solo ai tecnici ma soprattutto alla politica.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/pediatrie.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/3022014_pediatrie.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *