Comitato Sicurezza: truffe anziani, videosorveglianza e controllo di vicinato. Più controlli per la ‘movida’

Riunito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dopo i ripetuti episodi di truffe consumate nelle scorse settimane soprattutto in danno di persone anziane. All’esame del CPOSP anche le misure di sicurezza approntate in occasione del Buskers Festival e l’intensificazione dei controlli sulle discoteche e sull’uso dei dispositivi di protezione dopo l’entrata in vigore dell’ordinanza del Ministro della salute del 16 agosto scorso

Si è riunito in data odierna, a Palazzo don Giulio d’Este, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto della situazione sul fenomeno delle truffe ad anziani e soggetti vulnerabili nel territorio provinciale, dopo i ripetuti episodi verificatisi nelle settimane scorse. La riunione era stata preannunciata dal Prefetto Michele Campanaro l’8 agosto scorso, in occasione della sua visita agli anziani coniugi di Malborghetto di Boara vittime, qualche giorno prima, di un furto subito all’interno della loro abitazione ad opera di un finto addetto alla fornitura del gas.

Alla riunione, presieduta dal Vice Prefetto Vicario Pinuccia Niglio, erano presenti il Consigliere provinciale Gino Soncini, il Vice Sindaco di Ferrara Nicola Lodi, il Sindaco di Comacchio Denis Fantinuoli, il Questore Cesare Capocasa, accompagnato dal Capo di Gabinetto Luciana Fusco, il Comandante provinciale interinale dei Carabinieri Marco De Martino e il Comandante provinciale interinale della Guardia di Finanza Filippo Ruffa. Presenti al tavolo anche il Sostituto Commissario della Polizia Locale di Ferrara Roberto Accorsi e il Comandante della Polizia Locale di Comacchio Paolo Claps.

In apertura dei lavori è stato evidenziato un trend in crescita del fenomeno, ancorchè si tratti di una fattispecie delittuosa molto spesso di difficile qualificazione in quanto assimilabile ad altre tipologie quali il furto con destrezza (con la cd. tecnica dell’abbraccio) o il furto aggravato. Un reato, inoltre, che, per le sue peculiarità di consumazione (mancate denunce, difficoltà ad ottenere dalle vittime anziane precisi riscontri investigativi, ecc), risulta difficile da contrastare sul piano repressivo.

E’ stata pertanto condivisa l’opportunità di implementare soprattutto l’attività di prevenzione, in sinergia con le Amministrazioni Locali e le Forze dell’Ordine, incentrata su tre principali filoni di attività, peraltro da tempo avviata con importanti iniziative sul territorio: controllo di vicinato, per ricostruire la rete sociale e di solidarietà tra gli abitanti di quartieri e frazioni, installazione della videosorveglianza anche nelle periferie, e attività formativa e informativa sul territorio da parte delle Forze di Polizia , anche in forma congiunta e coordinata

L’Amministrazione comunale di Ferrara ha preannunciato un importante piano di ampliamento e modernizzazione della rete di videocamere di controllo dislocate sul territorio, assicurando inoltre l’intenzione di dare ulteriore impulso al progetto di controllo di vicinato in un’ottica di sicurezza partecipata con i propri concittadini. Aspetti che costituiscono importanti pilastri nella costruzione della sicurezza urbana, di cui – su espresso mandato del Prefetto Michele Campanaro – si darà puntuale conto nel nuovo protocollo “Ferrara Sicura” in corso di finale stesura, in vista del prossimo parere del Comitato. Proseguirà, inoltre, la campagna di sensibilizzazione sul tema delle truffe già portata avanti nel corso del 2019 dalle Forze dell’Ordine territoriali e dalle Polizie Locali nelle fiere, piazze e mercati, e da sviluppare anche nei centri di aggregazione per anziani, con il coinvolgimento delle associazioni di settore.

Il Comitato ha inoltre effettuato una valutazione del dispositivo di sicurezza da attuare in occasione della imminente apertura del Buskers Festival, la kermesse internazionale dei musicisti di strada,un evento che tradizionalmente richiama a Ferrara migliaia di visitatori e che quest’anno, per le note vicende connesse alla pandemia COVID-19, si svolgerà in spazi circoscritti e con accessi a pagamento prenotabili esclusivamente on line e, dunque, con una cornice di pubblico contingentata. In questo senso, la vigilanza sull’importante evento sarà indirizzata al rigoroso rispetto delle norme sul contenimento del contagio.

La seduta si è conclusa con una valutazione congiunta delle iniziative da attuare sul territorio estense al fine di assicurare la corretta osservanza delle nuove disposizioni adottate per il contenimento del coronavirus con l’ordinanza del Ministro della Salute dello scorso 16 agosto, avente efficacia fino al prossimo 7 settembre.

Su disposizione del Prefetto Michele Campanaro, si è, dunque, convenuta una complessiva intensificazione dei controlli in forma dinamica delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali, principalmente del Comune capoluogo e del Comune di Comacchio per garantire il rispetto delle misure dirette a prevenire la diffusione del virus ed in particolare dell’obbligo, introdotto dalla suddetta ordinanza, di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, dalle ore 18,00 alle ore 6,00 soprattutto nei luoghi e spazi aperti ritenuti più critici sotto il profilo del rischio assembramenti per la presenza di locali cd della “movida”.

Le Autorità Locali sono state altresì sensibilizzate a svolgere un’attenta attività di monitoraggio delle iniziative di intrattenimento a fini di prevenzione ed un’azione di divulgazione e di persuasione dei cittadini dei giovani e degli esercenti ad adottare comportamenti virtuosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *